Autore: Redazione
14/02/2018

OBE si prepara al suo Summit del 21 marzo e annuncia un tavolo di lavoro con UPA

Intanto, si è tenuto ieri a Milano il workshop “Branded Entertaiment: quale efficacia? Obiettivi e KPI”

OBE si prepara al suo Summit del 21 marzo e annuncia un tavolo di lavoro con UPA

OBE - Osservatorio Branded Entertainment ha riunito nelle aule dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, principali player della filiera del branded entertainment in occasione del workshop “Branded Entertaiment: quale efficacia? Obiettivi e KPI”, appuntamento del ciclo “Branded Entertainment: le regole del gioco”, promosso dall’Osservatorio, in collaborazione con CeRTA - Centro di Ricerca sulla Televisione e gli Audiovisivi dell’università Cattolica del Sacro Cuore, per indagare insieme ai protagonisti del mercato le leve e le scelte strategiche alla base di un progetto di BE e le relazioni tra i diversi stakeholder, che si è tenuto ieri. Tavolo di lavoro congiunto con UPA “OBE sta lavorando intensamente e con grande entusiasmo per consolidare le tante collaborazioni scientifiche avviate nella seconda parte del 2017, su imprinting del consiglio direttivo e con la precisa volontà di inaugurare un nuovo corso, ispirato al confronto, con tutti gli attori della filiera del BE ma anche, in senso più ampio, con i tanti protagonisti istituzionali del mondo della comunicazione - dichiara Anna Gavazzi, d.g. di OBE -. Con questo spirito oggi annunciamo la creazione di un tavolo di lavoro congiunto con UPA - Utenti Pubblicità Associati, convinti che, dalle esperienze e competenze di ciascuno, possano derivare strumenti utili a promuovere, regolamentare e misurare il mercato del BE in Italia. Per l’associazione si tratta di una nuova occasione di confronto e verifica, volta a generare valore per tutti gli attori della fliera in vista del prossimo 21 marzo, quando si terrà il Summit OBE, con numerosi ospiti internazionali e la presentazione di due delle ricerche in corso, la prima tesa a mappare il mercato del BE in Italia, la seconda incentrata sull’efficacia del BE digital”.