Autore: Redazione
20/09/2018

Circa 4 milioni di views per il video di Skuola.net e Durex che porta l’educazione sessuale sui social

L’operazione, intitolata “Cetriolo Challenge” è stata pensata dalle due realtà per affrontare con ironia e humour i tabù ed educare al sesso sicuro. Si tratta dell’iniziativa conclusiva all’interno di una campagna di sensibilizzazione più ampia

Circa 4 milioni di views per il video di Skuola.net e Durex che porta l’educazione sessuale sui social

La Generazione Z se ha un dubbio sul sesso si informa soprattutto su Internet? E a scuola l’educazione sessuale è spesso un tabù? Una risposta concreta, per rimettere i ragazzi sui binari giusti, arriva dal progetto messo in campo da Skuola.net e Durex per parlare ai giovani di affettività e sessualità. Oltre 4 milioni e mezzo di visualizzazioni complessive per i video realizzati, più di 30.000 ragazzi coinvolti dalla survey online, tre città toccate dal tour itinerante nelle scuole. Questi i numeri più significativi di una attività multicanale ideata dal portale per studenti e Crossmedia branded, il reparto di Mediamond dedicato ai branded content. Cetriolo challenge Non bisogna aspettarsi cartoni animati, api, polline e cicogne. Bastano un giusto mix di ironia, serietà e zero censure per rispondere alle domande più frequenti che la Generazione Z si fa sulla sessualità. A partire dalla più inconfessabile, almeno in pubblica piazza: come si indossa un preservativo? Per illustrarlo è stata perciò lanciata la “Cetriolo challenge”. Una troupe di Skuola.net, armata di cetriolo e di preservativo, è andata fuori dalle scuole e le università e ha chiesto agli studenti la prova che sapessero effettivamente mettere il profilattico in pochissimi secondi, simulando la situazione reale, quando la concitazione del momento e la fretta impongono velocità e precisione. Numeri importanti Missione compiuta, visto che quasi tutti sono stati in grado di farcela nei tempi. Qualcuno addirittura bendato. Il tutto ripreso e reso virale dai social network. Quasi 4 milioni di views (1,1 milioni su Facebook, 2,6 milioni sul sito Skuola.net) per il video che insegna quanto l’imbarazzo sia un nemico per la propria salute e per una vera intimità con il partner. Se usato in questo modo, allora sì che Internet può diventare un ottimo alleato degli adolescenti. Oltre l’awareness Non si tratta di solo di un’operazione di awareness. La ricerca online con cui è partito il progetto ha evidenziato che la metà dei sessualmente attivi non usa abitualmente il preservativo, anche perché non ne ha chiara la duplice funzione di anticoncezionale e di strumento di profilassi. Infatti 1 su 4 non sa che questo è il metodo più efficace per evitare di contrarre malattie sessualmente trasmissibili. Insomma, prima di rispondere, bisogna sapere quali sono gli interrogativi più diffusi; i tasti su cui spingere con maggior forza. E Skuola.net e Durex lo hanno chiesto ad oltre 30mila ragazzi tra gli 11 ed i 25 anni. Ma la lista dei dubbi non è certo esigua e quindi non si poteva certo esaurire solo con un video. Tour nelle scuole Il progetto è, infatti, entrato nelle aule di istituti superiori di tre grandi città - Roma, Milano, Napoli - con un team composto dallo youtuber Nikolais e da giovani sessuologi, poco più adulti dei loro spettatori. Per unire divertimento e riflessione. Ogni tappa, poi, è stata accompagnata da un’attività editoriale on site e sui social che ha raggiunto complessivamente 900.000 video views e oltre 120.000 utenti unici sui contenuti testuali. Sperimentando un modello di dibattito interattivo - online e offline - che vuole essere un esempio da replicare in futuro, magari su scala più ampia.